Tavolo Apparecchiato In Giardino
Tavolo Apparecchiato In Giardino

RISTORANTE AD ASSISI - l'osteria malvarina

logo-osterie-Italia

Gusto & tipicità

Il nostro ristorante ad Assisi, che fa parte delle Osterie d’Italia Slow Food, si rivela ogni sera luogo di incontro di gusti e tradizioni dove insieme ad un bicchiere di vino e un’atmosfera rilassante, la serata si trasformerà in un momento di gustosi ricordi. All’Osteria sarete accolti in un ambiente conviviale, caratteristico e ospitale, dove condividerete con noi sorprendenti esperienze di gusto.
I piatti della tradizione e i sapori della cucina umbra, tramandati dalle ricette di famiglia e rivisitati con passione, carattere e originalità dalla cuoca Patrizia, incontrano la genuinità delle materie prime a chilometro zero, fornite dalla nostra azienda agricola biologica o da piccoli produttori locali.
Bere insieme all’Osteria Malvarina è inoltre un piacere: per accompagnare al meglio i nostri piatti e offrirvi sempre il prodotto giusto, selezioniamo con cura, nel territorio, i migliori vini e le birre artigianali di qualità.

Cerimonie

Una location magica, dotata di ampio salone dove accogliere gli ospiti e di un giardino con vista Assisi per organizzare buffet o aperitivi all’aperto.
Cerimonie di laurea, feste di compleanno, anniversari, Battesimi, Comunioni e Cresime.
Ristorante Malvarina, la cornice perfetta per costruire momenti indelebili nella memoria.

VUOI PRENOTARE UN TAVOLO?

Vuoi ANCHE soggiornare da noi?

piatti-cucina-umbra
vista-interno-locanda-Malvarina

I piatti della tradizionE

Alcuni dei piatti tipici della tradizione umbra che potrete gustare all’Osteria Malvarina, il nostro ristorante ad Assisi, con la ricetta originale della nostra bravissima cuoca Patrizia.

Torta al testo

Impastare grossolanamente 1 kg di farina “0” con un pizzico di di lievito per torte salate, un pizzico di sale ed una manciata di formaggio pecorino. Lasciar lievitare per circa un’ ora. Stendere l’impasto alto mezzo centimetro e posare in una piastra liscia (in Umbro “testo”) precedentemente riscaldata a fuoco lentissimo quindi non rovente per evitare che si bruci. Una volta appoggiato sul “testo” l’impasto va bucherellato con una forchetta. Questa “torta” tipica del nostro territorio , è ottima da farcire con salsicce caserecce cotte alla brace insieme alle erbe campagnole saltate in padella o farcita con prosciutto oppure per accompagnare piatti di carne come spezzatini.

torta-al-testo
parmigiana-di-gobbo

Parmigiana di gobbo

Prendere un bel “gobbo” (cardo), pulirlo, sfilarlo, tagliarlo  pezzi e metterlo a bagno in acqua e limone per qualche minuto mentre si finisce di tagliarlo. Mettere a bollire dell’acqua salata con un pugno di farina per evitare che il gobbo una volta messo nell’acqua diventi troppo verde. Quando il gobbo avrà bollito (di solito la cottura è piuttosto lunga), si scola, si fa asciugare e si versa nell’uovo battuto con un podi sale. Subito dopo si prendono i pezzi di gobbo indorati di uovo e si infarinano. A questo puntosi setacciano per togliere la farina in eccesso e si buttano nell’olio bollente per friggerli. Nel frattempo si può preparare un sugo di solo pomodoro o un sugo di carne di Maiale o Vitello. Una volta fritto il gobbo e cotto il sugo si procede come una qualsiasi parmigiana, alterando uno strato di sugo, di gobbo e di parmigiano su una teglia da forno. Di solito con il gobbo non si fanno più di due o tre strati per evitare che venga troppo alta. A piacere tra ogni strato si possono mettere dei pezzettini di mozzarella o formaggio filante. La cottura si aggira intorno i 15/20 minuti a 170° il tempo di far venire una gustosa crosticina.

Pollo alla cacciatora

Tagliare a pezzi di media grandezza un bel pollo possibilmente ruspante e metterlo in un tegame basso e largo e farlo scaldare con il coperchio a fuoco basso per qualche minuto. Scolare il liquido che si sarà formato sul fondo del tegame, rimetterlo sulla fiamma e a questo punto si può condire la carne con sale, pepe, peperoncino, abbondante olio EVO, aglio, rosmarino e finocchio selvatico. Quando la carne comincerà a soffriggere versare un bel bicchiere di vino bianco possibilmente secco. Quando il vino sarà evaporato, aggiungere il pomodoro passato grossolanamente . Lasciar cuocere a fiamma moderata per un’oretta e quasi a fine cottura aggiungere (a piacere ) un pugno di capperi, una strizzata di limone e un’acciuga dissalata. Ottimo piatto da accompagnare alla torta al testo.

pollo-alla-cacciatora
rocciata-umbra

Rocciata

Preparare una “pasta matta” usando della farina 1 kg, mezzo bicchiere di olio di oliva e mezzo bicchiere di vino bianco. Impastare fino ad avere una massa morbida, elastica ma non troppo appiccicosa. A parte preparare in una ciotola il ripieno composto da mele, pere, noci, brune e fichi secchi, uva passa, semi di anice tutto tagliato pezzetti, zucchero e una spruzzata di mistra. Stendere la pasta e formare una sfoglia sottilissima e versarci sopra la frutta tagliata precedentemente tagliata a pezzetti. Arrotolare il tutto come se fosse uno strudel. Massaggiare leggermente con un po’ di olio di oliva e spolverare con zucchero. Mettere in forno  fino a quando avrà un aspetto dorato.

Osteria Malvarina, il tuo Ristorante ad Assisi!